Tomb Raider: il ritorno dell’eterna Lara Croft

TombRaider Copertina

Nata nel “lontano” 1996, Lara Croft, la protagonista dei videogiochi Tomb Raider, è finalmente ritornata nel 2013, in una veste grafica completamente nuova, figlia di un’epoca più recente.

Tomb Raider 2013: la trilogia ha inizio

É il 2013 e Lara Croft è pronta a tornare fra le eroine iconiche dei videogiochi. Dopo un decadimento del brand, dovuto soprattutto ad una spremuta assurda di esso, che ha portato gli sviluppatori a non avere più idee, Lara Croft era completamente sparita dal mondo videoludico. Spesso peró è meglio così, piuttosto che avere un videogioco dietro l’altro che altro non è se non un brodo riscaldato.

TombRaider Inizio

Tuttavia, nel 2013, Lara Croft è tornata, con un videogioco di tutto rispetto, che ha pochi altri pari nel suo genere. Il team di sviluppo della Crystal Dynamics è riuscito a ridare vita ad un personaggio che oramai sembrava aver dato tutto. Tutto ciò ha portato alla nascita di una trilogia, che molto probabilmente a breve vedrà un quarto capitolo (ma per ora silenzio totale dalla Square Enix).

Lara Croft non è peró la stessa che abbiamo imparato a conoscere dal 1996. Infatti, di fronte a noi ci ritroviamo una ragazza molto giovane, di appena 21 anni. Questo la porta ad essere inesperta, ma allo stesso tempo molto curiosa. La sua avventura inizia infatti proprio perché Lara vuole scoprire le origini dei miti dell’isola di Yamatai.

TombRaider Finale

La trama è abbastanza lineare, così come l’esplorazione dell’isola di Yamatai, tuttavia grazie alle sfide ed ai tesori da trovare dovremo esplorare ogni singolo angolo della mappa, se desideriamo completare il gioco al 100%! Quindi, non lasciatevi ingannare, anche se le mappe non sono infinite, sono molto belle da esplorare e da scoprire!

Un titolo che rasenta la perfezione

Okay, sarò sincera. Il nuovo Tomb Raider è stato uno dei primi videogiochi su cui ho messo mano quando ho acquistato la PlayStation 4. Tuttavia, anche oggi, dopo tanti giochi e tanti gameplay diversi, ci rimetto sempre mano con piacere. Credo che la Crystal Dynamics, e poi la Eidos Montréal nei capitoli successivi della trilogia, abbia fatto un lavoro pazzesco. Ogni dettaglio è al suo posto, soprattutto per quanto riguarda la trama.

Uno degli aspetti che ho apprezzato di più, infatti, è stata la cura per i tesori sparsi per la mappa. Quando ne troverete uno non vi verrà semplicemente mostrato su schermo, ma verrà aperta una schermata nella quale la stessa Lara ci descrive l’oggetto, aggiungendo dettagli alla storia. Questo non è per niente scontato, dato che altri giochi d’avventura non vantano questo stesso dettaglio.

TombRaider Tesori

La trama è di sicuro uno degli aspetti più importanti del gioco, anche se il gameplay è di sicuro ottimo e rende il tutto particolarmente piacevole. Le sezioni di esplorazione sono ben pensate, non tutto sarà “sotto il vostro naso”, anzi, dovrete spesso aguzzare bene la vista! Allo stesso tempo, le sezioni di combattimento sono ben equilibrate, rendendo i momenti di “sparatutto” molto piacevoli e divertenti.

Gli enigmi ambientali sono i protagonisti indiscussi delle tombe, da sempre il simbolo di Tomb Raider. La maggior parte non saranno impossibili, anche se vi metteranno alla prova! Grazie all’istinto di sopravvivenza riceverete un grande aiuto, ma se non metterete in ordine i pezzi, arriverà in vostro aiuto Lara Croft, che grazie a delle battute vi darà il suo aiuto. Ho trovato questo particolare molto piacevole, poiché dona al videogioco un aspetto più realistico. In fondo, chi da solo su un’isola praticamente abbandonata non parlerebbe da solo?!?

Nel finale c’è uno degli Easter Egg più belli di sempre, una vera e propria citazione della Tomb Raider originale. Lara Croft infatti impugna due pistole, come l’iconica archeologa ha sempre fatto!

TombRaider Easteregg

Il mio cuore è con Tomb Raider

Mi sono innamorata di questo gioco ed è sicuramente uno dei miei must-have di questa generazione, insieme ai suoi sequel Rise of The Tomb Raider e Shadow of The Tomb Raider. Per ora non si parla ufficialmente di un quarto capitolo, ma chissà, l’ultima a morire è sempre la speranza.

Sandrine The Gamer
PSN: SandrineWriter

Due sono le mie grandi passioni: scrivere ed i videogiochi. In questo blog, le mie due passioni si uniscono per creare un mix esplosivo di articoli di ogni genere! Dalle mie esperienze personali fino alla pura informazione, sempre alla ricerca del meglio!
The Gamer & the Cat è semplicemente questo, una Gamer ed il suo Gatto, sempre insieme in ogni avventura!

Condividilo con i tuoi amici!