Lab Zero Games ha chiuso: addio Ajna ed Indivisible

LabZeroGamesHaChiuso Copertina

Sarò sincera, sto scrivendo questo articolo con le lacrime. Ho acquistato Indivisible durante il lockdown e da allora ne ho parlato due volte: vi ho raccontato la mia esperienza con il suo Trofeo Platino e poi ho spulciato tutti i segreti e tutte le curiosità legate al viaggio di Ajna. Ed oggi mi sono svegliata così, scoprendo che la Lab Zero Games ha chiuso.

La fine del supporto e l’inevitabile assenza dei DLC promessi

Indivisible è uscito ad ottobre 2019, con la promessa che esso avrebbe visto l’arrivo, tramite 13 DLC gratuiti, di tutti i personaggi più amati dei videogames indie: Shantae, Shovel Knight, Skull Girls, Hyper Light… e via dicendo. Scopriamo solo oggi, peró, che il team di sviluppo un mese fa circa si è completamente sciolto. Inizialmente alcuni dipendenti si sono licenziati, mentre alla fine i restanti sono stati allontanati dal team, sembra tutto a causa di commenti e comportamenti fuori luogo ed inappropriati di Mike Zaimond, il Lead Designer di Indivisible. É così che Lab Zero Games ha chiuso, con un lento disfacimento del team di sviluppo.

LabZeroGamesHaChiuso AjnaIndivisible

La 505 Games ha finalmente chiarito la situazione, dopo settimane di vociferare continui e senza un comunicato ufficiale. Non arriveranno nuovi personaggi, non ci saranno DLC aggiuntivi (nemmeno a pagamento) ed il supporto sarà chiuso. Ad appena un anno dall’uscita del gioco, e con i fan in attesa di proseguire le avventure con Ajna, è tutto finito. Il 13 ottobre verrà rilasciato un aggiornamento per l’edizione Nintendo Switch, che porterà tale edizione al pari dell’edizione per PlayStation 4 ed Xbox One. La notizia ufficiale è arrivata ieri sera.

LabZeroGamesHaChiuso Comunicato505Games

Lab Zero Games ha chiuso: la fine del viaggio di Ajna

Da fan di Indivisible questa notizia mi rattrista moltissimo. Indivisible mi ha accompagnata in un periodo strano per tutti, il lockdown. L’ho acquistato con il notebook, sicura che mi sarei innamorata di questo gioco. E così è stato.

Con un gameplay divertente, un Trofeo Platino facile da ottenere, una storia semplice, ma avvincente, Indivisible aveva tutte le carte in regola per essere un gioco destinato a durare nel tempo. Quello che più mi rattrista è il perché. Sarò sincera, odio quando le persone non sanno mantenere il loro posto. Prima o poi succede a tutti, donne e uomini, una battuta fuori luogo, uno sguardo indesiderato e magari una toccata non voluta. Il fatto che un team di sviluppo abbia chiuso perché il Lead Designer era una persona di questo genere, mi uccide.

La stessa 505Games, publisher del gioco, si è scusata con i fan, vecchi e nuovi, scrivendo:

Desideriamo ringraziare tutti i giocatori di Indivisible, nuovi e vecchi, che hanno supportato il gioco. Dal fondo del nostro cuore, vi apprezziamo tutti.

Indivisible è un gioco puro, dolce, dedicato alla crescita personale della sua protagonista. Mai mi sarei aspettata questo risvolto. Subito infatti quando ho letto i primi titoli pensavo ad un fallimento legato ai pochi guadagni. Invece no, il peggio del peggio.

Nonostante tutto ciò nel mio cuore vive ancora la speranza. Spero che gli sviluppatori si siano affezionati ad Ajna quanto lo abbiamo fatto noi giocatori. Spero che cerchino di riprendere Indivisible, con un nuovo team, più pulito e più corretto, così da proseguire le avventure di Ajna.

É una speranza vana? Può essere, ma mi hanno sempre detto che la speranza è l’ultima a morire.

Sandrine The Gamer
PSN: SandrineWriter

Due sono le mie grandi passioni: scrivere ed i videogiochi. In questo blog, le mie due passioni si uniscono per creare un mix esplosivo di articoli di ogni genere! Dalle mie esperienze personali fino alla pura informazione, sempre alla ricerca del meglio!
The Gamer & the Cat è semplicemente questo, una Gamer ed il suo Gatto, sempre insieme in ogni avventura!

Condividilo con i tuoi amici!